Pro Roma Mariana

Fátima e a Paixão da Igreja

TRÊS FATOS LIGADOS E SINTOMÁTICOS DA GRAVE CONFUSÃO «TRAICIONALISTA»

Maçonaria que manfa

Tre fatti importanti da collegare…

Nel mondo del “tradizionalismo cattolico” sono accaduti nell’ultimo semestre tre fatti che pur distinti , frutto dell’attività di distinte organizzazioni, vanno nella stessa direzione sia pure con un passo diverso. Il passo è diverso ma la direzione è la stessa. Vediamo:

il primo consiste in una conferenza tenuta a Milano il 15 novembre 2014 dal titolo: “La tesi di Cassiciacum oggi”, promossa dall’I.M.B.C. di Verrua di Savoia.

Cosa si dice ? Vien detto che il mezzo-papa-materialiter non può esser toccato dai vescovi cattolici, cioè dichiarato decaduto, poiché tali vescovi pur avendo la SS Fede non hanno la giurisdizione, che invece hanno i “vescovi” modernisti residenziali, pur non avendo quest’ultimi la SS. Fede. Se ne deduce che anche il mezzo-papa-materialiter la sua giurisdizione ce l’ha ( benché né lui né i suoi falsi vescovi abbiano gli ordini validi (ma questo l’oratore non lo dice). Dunque il mezzo-papa occupa la Cattedra, esercita di fatto la giurisdizione e nessuno, nessun Concilio di vescovi cattolici può toccarlo, cioè rimuoverlo. Paralisi assoluta ! Del resto, udite!, potrebbe essere in buona fede e “volere il bene della Chiesa” ! Ripetiamolo: il mezzo papa sembra non avere (la prudenza non è mai troppa!) la Fede ma mantiene la sua giurisdizione e, secondo l’oratore, solo i vescovi modernisti che lo attorniano possono legalmente ammonirlo ed eventualmente rimuoverlo (logico no?

Eretici che ammoniscono il loro eretico capo ! ).

Il secondo fatto, disconosciuto da molti, è il riconoscimento, agli inizi di aprile 2015, da parte della Segreteria degli affari di culto della Nazione Argentina della FSSPX (-distretto argentino) come parte della Chiesa cattolica romana (cioè la setta modernista) in base alla legge 24-483 che nel suo articolo 1 concede personalità giuridica civile agli istituti di vita consacrata e Società di vita apostolica che godono di personalità giuridica pubblica nella Chiesa modernista.

Dunque la sezione argentina della FSSPX è stata registrata con il numero 381 tra gli istituti di vita consacrati nelle dipendenze dell’arcivescovado di Buenos Aires (cardinale M. A. Poli) .

Il terzo episodio è accaduto questo del mese di maggio: pochi giorni or sono infatti il vescovo Williamson ha affermato con chiarezza definitiva (dietro lo schermo del teologo Giovanni di San Tommaso e di altri non meglio precisati), nel commento del 2-5, che il Papa che governa la Chiesa cattolica può essere un eretico manifesto, senza per questo perdere la sua giurisdizione, dato che per il bene dei fedeli la Chiesa ha bisogno di essere governata.

Riassumendo:

  • tutti e tre questi gruppi del “tradizionalismo cattolico” sono vittime di una falsa teologia che fa coincidere la Chiesa ecumenista- bergogliana con la Santa Chiesa cattolica di Cristo.
  • Tutti e tre questi gruppi ritengono che la giurisdizione, nella Santa Madre Chiesa possa essere esercitata da un’autorità ecclesiale senza che questa possieda necessariamente la Santissima Fede.
  • Tutti e tre questi gruppi disconoscono (perlomeno di fatto-qualcuno furbescamente non ne parla mai) l’assoluta invalidità degli ordini modernisti, creati dall’eresiarca “Paolo VI” con il Pontificalis Romanus del 1968.
  • Tutti e tre questi gruppi attribuiscono una certa “buona fede” e “possibilità di cambiamento” alla gerarchia modernista-ecumenista che, al contrario, mostra di essere sempre più coinvolta nella rivoluzione massonica [del Vaticano 2).

Cosa insegna invece la dottrina di Cristo promossa dall’insegnamento infallibile della Santa Chiesa cattolica ?

  1. A) la Santa Chiesa è colonna e fondamento della Verità, Corpo Mistico di Cristo: essa non può né ingannare né essere ingannata.Essa non può insegnare eresie e falsità né ammettere o condonare perversioni morali. Se ne deduce immediatamente che la chiesa partorita dal conciliabolo vaticano NON E’ la Santa Madre Chiesa, che certo non ha mai permesso che un’anima fosse perduta, a differenza della setta modernista che ne fa perdere milioni.

 B) la Santa Chiesa insegna infallibilmente (bolla dogmatica”Cum ex Apostolatus” Paolo IV 1559- CdC 1917 etc) che:

1) qualsiasi dignitario civile o chierico-compreso espressamente il Papa -di cui venga scoperta l’eresia pregressa o attuale, decade immediatamente, per lo stesso fatto, dall’ufficio ricoperto.

2) tale dignitario eretico-compreso il Papa -perde immediatamente per il fatto stesso qualsiasi giurisdizione civile religiosa e i suoi atti, anche pregressi, sono assolutamente nulli.

3) tale dignitario eretico, compreso il Papa, non potrà mai più ricoprire incarichi civili e religiosi, vita naturale durante, anche nel caso di un suo pentimento e ritorno alla vera Fede.

 C) come la Chiesa ha definito nella lettera apostolica “ Apostolicae Curae” (Leone XIII) per giudicare della validità del Sacramento dell’Ordine (come del resto per gli altri) occorre che siano rispettate: 1) la materia e 2) la forma del determinato sacramento e 3) l’intenzione di fare ciò che fa la Chiesa cattolica amministrando quel sacramento.

Com’è stato mostrato da teologi cattolici (d. A. Cekada, p. G. De Lauriers etc.) i modernisti hanno stravolto il sacramento dell’ordine in tutti i suoi aspetti; ne risulta un’assoluta sacrilega invalidità.

 D)   gli eresiarchi modernisti furono definiti dal Santo Papa Pio X: “i nemici della Chiesa i più dannosi (che) non pongono già la scure ai rami o ai germogli, ma alla radice medesima cioè alla Fede e alle fibre di lei più profonde. Intaccata poi questa radice della immortalità, continuano a far correre il veleno per tutto l’albero in guisa, che nessuna parte risparmiano della cattolica Verità, nessuna che non cerchino di contaminare. Inoltre nell’adoperare le loro 1000 arti per nuocere, nessuno li supera di accortezza e di astuzia: giacché la fanno promiscuamente da razionalisti e da cattolici, e ciò con sì fina simulazione da trarre agevolmente in inganno ogni incauto etc…”.

San Pio X non si limita al contenuto di questa citazione, ma essa è sufficiente per capire la terribile pericolosità e doppiezza della gerarchia modernista. Costoro veramente negano, anzi detestano la Verità conosciuta, combattendola ovunque la incontrino; per questo peccano contro lo Spirito Santo e come spiega San Tommaso d’Aquino rendono imperdonabile il loro peccato. Quale buona Fede e pentimento è mai ipotizzabile? E chi mai può aver suggerito l’idea totalmente infondata, errata e dannosa che la salvezza della S. Chiesa possa dipendere da costoro?

Solo i cattolici di tutto il mondo, con l’aiuto del Signore Gesù Cristo e di Maria Santissima, possono riedificare la Santa Chiesa assumendo fino in fondo le responsabilità che Dio ha caricato su di loro. In primo luogo i Vescovi e i sacerdoti. E non dicano che il carico è troppo pesante e il giogo sgradevole: non irritino ancor più il nostro Dio!

E non facciano più come quella pecora che, dimentica, allontanatasi dal suo pastore, si fece ricondurre da un lupo che si era mostrato disponibile. Secondo voi ritrovò il suo pastore ?

Stat Veritas

Deixe uma resposta

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair / Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair / Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair / Alterar )

Foto do Google+

Você está comentando utilizando sua conta Google+. Sair / Alterar )

Conectando a %s

AMOR DE LA VERDAD

que preserva de las seducciones del error” (II Tesal. II-10).

Pro Roma Mariana

Fátima e a Paixão da Igreja

Radio Spada

Radio Spada - Tagliente ma puntuale

Catholic Pictures

Handmaid of Hallowedground

Hallowedground

Traditional Catholic Visualism

Acies Ordinata

"Por fim, meu Imaculado Coração triunfará"

RADIO CRISTIANDAD

La Voz de la Tradición Católica

%d blogueiros gostam disto: